Pagamento con carta di credito: ecco alcuni semplici suggerimenti per sbarazzarsi del debito della carta di credito

0
34

Pur essendo uno degli strumenti finanziari più preferiti, le carte di credito possono anche accumulare quote significative, se non gestite in modo appropriato. Diversi utenti trovano impegnativo il pagamento mensile con carta di credito e quindi, all’inizio, i mutuatari dovrebbero capire come funziona questo strumento di debito per gestire correttamente lo strumento di pagamento.

Ogni carta di credito viene fornita con un ciclo di fatturazione, insieme a una data fissa per ricevere un estratto mensile di tutti i dettagli della carta, comprese le transazioni effettuate, gli addebiti riscossi, ecc. Questo estratto conto mensile mostra anche l’importo totale e minimo che deve essere pagato prima di una data di scadenza stabilita. L’intervallo di tempo tra l’inizio di un ciclo di fatturazione e la relativa data di scadenza del pagamento è privo di interessi ed è chiamato periodo di grazia. Pertanto, se i mutuatari possono cancellare le loro quote totali entro questo periodo di grazia, nessun interesse viene addebitato sull’utilizzo della carta di credito.

Ora, i seguenti sono alcuni suggerimenti che possono aiutare gli utenti delle carte a sbarazzarsi facilmente dei debiti delle carte.

Converti le quote in EMI

Se i mutuatari hanno difficoltà a rimborsare l’intero importo in sospeso, possono prendere in considerazione la possibilità di richiedere all’emittente della carta di convertire l’importo in sospeso in EMI per un determinato periodo, ad esempio da 3 a 12 mesi. I pagamenti di fatture con carta di credito tramite rate mensili possono risparmiare un importo significativo sulla maturazione degli interessi e ridurre anche il pagamento totale.

Quando i mutuatari portano un saldo, l’importo residuo attira interessi dall’inizio del nuovo ciclo di fatturazione. Poiché i tassi di interesse delle carte di credito sono considerevolmente elevati, le quote rimanenti possono trasformarsi in un debito infinito. Tuttavia, nel caso di EMI, gli individui possono facilmente soddisfare il pay-out totale dall’inizio. Dovrebbero quindi pianificare i rimborsi di conseguenza.

Paga il conto totale

Un altro modo per gestire il pagamento con carta di credito è pagare l’importo totale della fattura mensile anziché l’importo minimo. Una volta che l’intero dovuto è stato pagato prima della data di scadenza, i finanziatori non possono riscuotere alcun interesse. Inoltre, i mutuatari non devono pagare alcun importo aggiuntivo come penalità. Se il conto totale è difficile da pagare in una volta, le persone dovrebbero cercare di pagare più del minimo per ridurre al minimo la maturazione degli interessi.

Cerca un trasferimento di saldo

Un trasferimento di saldo è un ulteriore vantaggio che consente ai mutuatari di trasferire i propri debiti da una carta all’altra per rimborsare il debito della carta di credito. Una volta trasferito il saldo su un altro conto, questa nuova carta può fornire un periodo senza interessi fino a 90 giorni in base all’emittente della carta scelta. Se gli utenti possono rimborsare l’importo totale entro questo tempo stabilito, possono risparmiare dal pagamento di eventuali spese aggiuntive come interessi.

Abilita i pagamenti automatizzati

Come già accennato, i ritardi nei pagamenti con carte di credito comportano anche sostanziali penalità. Quindi, i mutuatari dovrebbero sempre garantire un rimborso tempestivo. Per garantire che lo facciano, possono inviare istruzioni permanenti al proprio istituto finanziario per il pagamento automatico e tempestivo con carta di credito. In questo modo, possono evitare di ritardare il pagamento dovuto.

Mantenere il rapporto di utilizzo

A seconda del finanziatore selezionato e dell’idoneità dei mutuatari, ogni carta detiene uno specifico importo sanzionato chiamato limite di credito che gli utenti possono spendere. Tuttavia, l’utilizzo del calcolo del limite di credito può danneggiare il profilo creditizio dell’utente e diminuire notevolmente la sua solvibilità.

Tale spesa sconsiderata può anche causare problemi quando i mutuatari devono rimborsare l’importo entro la data di scadenza. Quindi, se i titolari di carta possono mantenere il loro rapporto di utilizzo del credito, ovvero la percentuale di credito utilizzata rispetto al limite disponibile, al di sotto del 30%, possono gestire in modo efficiente il pagamento con carta di credito e il profilo finanziario.

Inoltre, le persone possono utilizzare programmi di ricompensa affiliati per ridurre la spesa complessiva, il che successivamente aiuta nei pagamenti mensili delle bollette limitando l’importo totale dovuto. Possono quindi cercare carte che offrano interessanti programmi di ricompensa per ogni transazione.

L’NBFC include anche offerte pre-approvate per rendere il processo di approvazione più semplice e veloce. Queste offerte sono disponibili su diversi prodotti finanziari, tra cui carte di credito, prestiti aziendali e prestiti personali. I candidati possono guardare la loro offerta pre-approvata inserendo i loro nomi e numeri di cellulare online.

Pertanto, soprattutto, i mutuatari devono essere attenti e responsabili delle proprie spese per organizzare il pagamento con carta di credito e ottimizzare la gestione finanziaria. Per comodità, dovrebbero conoscere i modi per effettuare pagamenti online con carta di credito, in modo da non perderne mai uno.