Tutto quello che devi sapere sulle lenti a contatto

0
13

Tra la maggior parte degli usi delle lenti a contatto, l’obiettivo è quello di consentire una visione perfetta. Anche per le persone con miopia, ipovedenti o problemi al cilindro, una lente può essere utile. Tuttavia, bisogna sempre indossarli su consiglio del proprio oculista.

Potresti non essere sicuro di come prenderti cura dei contatti se li hai appena montati. Potrebbe non essere facile come infilarsi un paio di occhiali. Potrebbe volerci più tempo per adattarsi a loro.

Ci sono molte opzioni per ridurre la necessità di correggere la vista. Sebbene siano state suggerite lenti a contatto (sia dure che morbide), sono stati suggeriti anche occhiali e colliri specifici. Tuttavia, questi hanno avuto gradi e percentuali di successo diversi.

È una buona idea dire ai tuoi figli di mettere via i loro dispositivi. Molti studi hanno dimostrato che il lavoro da vicino può portare alla miopia.

La progressione della miopia può anche essere collegata ai livelli di luce. Si consiglia ai bambini di uscire e giocare, in modo da non essere distratti dai loro dispositivi.

La frequenza dell’esame da parte degli oftalmologi

Prima di iniziare a usare le lenti a contatto, è importante sottoporsi a un controllo oculistico da un medico professionista. Secondo, un esame con oftalmologi è essenziale e dovrebbe essere eseguito una volta all’anno. Ti sembra eccessivo? Si scopre che non sei solo: l’80% delle persone trascura i propri occhi e non esegue i test come richiesto. In questo caso, ovviamente, non è consigliabile non seguire il percorso della maggioranza per mantenere la vista sana e sicura. In alcuni casi, la frequenza dell’esame da parte degli oftalmologi è molto più importante. Rallentare il tasso di sviluppo dell’occhio può ridurre significativamente il rischio di complicazioni legate alla sua bellezza. E la perdita della vista più avanti nella vita.

Un alto livello di ignoranza può portare alla perdita della vista. È dovuto a vari motivi come l’allungamento del bulbo oculare, la separazione della retina, la degenerazione maculare, il glaucoma e la cataratta. Lo studio ha dimostrato l’efficacia delle lenti a contatto nel rallentare i sintomi nei bambini. Sebbene molte persone considerino le lenti a contatto non sicure per i bambini, possono indossarle con facilità se vengono seguite le dovute precauzioni. Qui la guida e l’assistenza dei genitori sono importanti.

Innanzitutto, secondo la legge, solo gli oftalmologi possono esaminare i bambini fino all’età di 10 anni. Il primo test viene eseguito a scuola (all’età di 6 anni). E si raccomanda di prendere sul serio i suoi risultati. Inoltre, nel caso di pazienti con malattie croniche come il diabete, le visite frequenti dagli oftalmologi diventano ancora più necessarie perché la loro retina è più vulnerabile di quella delle persone. Sono più esposti a malattie legate agli occhi.

Una volta per tutte

Gli oftalmologi sanno come risolvere il problema e di solito lo fanno drenando la ghiandola grassa nelle palpebre. Inoltre, in una visita oculistica da parte degli oftalmologi, cercheranno una possibile lesione oculare o altri sintomi di malattie genetiche, ad esempio, anche se non si conosce un problema di vista ereditario esistente.

Cose chiave da sapere sulle lenti a contatto

  • Non dormire indossando le lenti– Sì, non devi mai farlo a meno che non sia consigliato dal tuo specialista. Dormire con le lenti a contatto può aumentare il rischio di infezioni agli occhi.
  • Lavarsi le mani durante l’uso it- È importante lavarsi sempre le mani prima di utilizzare le lenti. Pulisci e asciuga le mani prima di toccare le lenti. Questo deve essere fatto ogni volta che si gira l’obiettivo.
  • Tenere le lenti a contatto lontano da tutta l’acqua– L’acqua può portare i germi agli occhi. È necessario rimuovere le lenti prima di nuotare o di esibirsi.
  • Pulisci le lenti– È importante pulire correttamente le lenti per evitare qualsiasi possibilità di infezione agli occhi.
  • Conserva bene le lenti a contatto- Devi sempre tenere le tue lenti al sicuro nella loro custodia. Conservarlo capovolto con i cappucci dopo ogni utilizzo.

Passaggi per l’esame delle lenti a contatto

Il tuo medico esaminerà i tuoi occhi per determinare se sei abbastanza sano per i contatti.

Verrà eseguito un esame della vista per determinare le lenti correttive di cui avrai bisogno.

Quindi, i tuoi occhi saranno misurati. Le misurazioni precise saranno prese dal tuo oculista per garantire che i tuoi contatti si adattino comodamente e correttamente ai tuoi occhi.

L’esame per i contatti

I contatti sono qualcosa che potrebbe interessarti. Per iniziare, visita un oculista per far esaminare le lenti a contatto. Gli esami delle lenti a contatto sono progettati per adattarsi ai tuoi contatti.

Preparati a sostenere un esame più lungo se hai intenzione di sottoporti a un esame delle lenti a contatto. Questo esame richiede diversi passaggi ed è molto approfondito.

1. Istruzioni

Il tuo medico può aiutarti a inserire e rimuovere i contatti dagli occhi se sei nuovo a indossarli. Ti aiuteranno ad abituarti a inserire e rimuovere i contatti aiutandoti a esercitarti.

Quindi, ti verrà insegnato come prenderti cura dei tuoi contatti correttamente. Ciò include la pulizia e la conservazione. Puoi prenderti cura dei tuoi contatti a casa usando prodotti per la cura delle lenti di qualità. Assicurati di pulirli il più spesso possibile per prevenire l’accumulo di batteri.

2. Avvertenze

Le lenti a contatto indossate per lunghi periodi di tempo possono rappresentare un pericolo. Indossare eccessivamente le lenti a contatto può causare visione offuscata, arrossamento, dolore e perdita della vista a causa della mancanza di ossigeno. Possono anche causare cicatrici sulla cornea e perdita della vista.

Tipi di contatti

Esistono due tipi principali di contatti: rigidi ai gas permeabili (RGP) e contatti morbidi.

Queste lenti a contatto rigide gas permeabili sono realizzate in plastica dura. Forniscono una visione chiara e correggono la maggior parte dei problemi di vista. Durano più a lungo delle lenti a contatto morbide e sono più durevoli.

Le lenti a contatto morbide sono molto sottili e facili da indossare. Sono per lo più costituiti da acqua e altri polimeri delle famiglie del silicone e dell’idrogel.

Esistono quattro categorie principali di soft contact:

  • Lenti a contatto per lenti a contatto regolari (sferiche).
  • Contatti per astigmatismo
  • Contatti per la presbiopia
  • Contatti colorati (cosmetici).

Suggerimenti e linee guida

Queste sono alcune linee guida per mantenere gli occhi sani quando si indossano le lenti a contatto.

  • Il medico potrebbe consigliarti di sostituire i contatti il ​​più spesso e il più spesso possibile.
  • Lavati le mani con sapone inodore
  • Usa un panno pulito e asciutto per asciugare le mani.
  • Non indossare nuovamente le lenti usa e getta ogni giorno o utilizzare una vecchia soluzione.
  • Ogni 3 mesi, sostituire la custodia delle lenti a contatto.
  • Evita di dormire a contatto, in particolare le lenti da indossare tutti i giorni.
  • Non fare la doccia o nuotare in pubblico con i tuoi contatti.
  • Utilizzare solo gocce riumidificanti realizzate appositamente per i contatti. Non usare colliri regolari.
  • Ogni anno, fatti esaminare gli occhi.

Quando dovresti chiamare il tuo medico?

I problemi di contatto possono includere infezioni o lenti che non si adattano bene. Se riscontri problemi con i tuoi contatti, eliminali immediatamente e contatta il tuo medico.

  • Dolore
  • Sensibilità alla luce
  • Non toccarti gli occhi
  • Brillantezza nella visione
  • occhi rossi

Conclusione

Queste erano le informazioni di base sull’uso delle lenti a contatto. Sia che tuo figlio indossi le lenti a contatto o le usi, è importante seguire il protocollo giusto e mantenere le lenti a contatto al sicuro. Per evitare qualsiasi tipo di problema con la tua vista, è importante che tu debba sempre fare un controllo. Assicurati di indossare le lenti a contatto solo quando consigliato dal medico e segui tutte le istruzioni di sicurezza per prevenire qualsiasi tipo di infezione agli occhi.