La chirurgia di Mohs può curare il cancro della pelle

0
30

La pelle esposta al sole è il luogo in cui si verifica più frequentemente il cancro della pelle o la proliferazione anormale delle cellule della pelle. Tuttavia, questo tipo prevalente di cancro può svilupparsi anche su parti della pelle che non sono spesso esposte alla luce solare.

Da dove inizia il cancro della pelle?

Cancro della pelle appare tipicamente nelle regioni del corpo esposte al sole, come il cuoio capelluto, il viso, le labbra, le orecchie, il collo, il torace, gli avambracci e le mani nelle donne, così come le gambe. Può anche svilupparsi su parti del corpo che sono raramente esposte alla luce solare, come i palmi delle mani, la pelle appena sotto il dito o l’unghia del piede e la regione genitale.

Tutti i toni della pelle, anche quelli con la pelle scura, sono suscettibili allo sviluppo del cancro della pelle. Gli individui con carnagioni scure sono più inclini a sviluppare il melanoma sui palmi delle mani e sulla pianta dei piedi, che spesso non sono esposti al sole.

Tre tipi comuni di cancro della pelle

Carcinoma delle cellule basali

Le cellule basali, un tipo di cellula della pelle che crea nuove cellule della pelle quando quelle vecchie degenerano, sono il punto in cui inizia il cancro delle cellule basali. Sebbene possa assumere numerose forme, il carcinoma a cellule basali si manifesta frequentemente come un piccolo nodulo leggermente traslucido sulla pelle. La pelle della testa e del collo, esposta al sole, è il punto in cui si sviluppa più frequentemente il carcinoma basocellulare. L’eccessiva esposizione al sole è considerata la causa principale della maggior parte dei carcinomi a cellule basali. L’utilizzo della protezione solare e la riduzione dei raggi solari possono aiutare a prevenire il cancro delle cellule basali.

Il carcinoma a cellule basali compare in genere sulle aree del corpo esposte al sole, in particolare sul collo e sulla testa. Il carcinoma basocellulare può formarsi meno frequentemente su aree del tuo corpo come i genitali che sono tipicamente schermati dal sole.

Un’alterazione della pelle, inclusa una crescita o una piaga aperta, può segnalare un carcinoma basocellulare. Queste alterazioni cutanee (lesioni) presentano in genere uno dei seguenti attributi:

  • Una piaga biancastra, scivolosa, senza un bordo definito.
  • Una toppa con bordo rialzato che è piatta e squamosa. Queste aree possono diventare abbastanza grandi con il tempo.
  • Una lesione che è marrone, nera, blu o presenta macchie scure e ha un bordo trasparente leggermente rialzato.
  • Un grumo lucido, color pelle, trasparente, che lascia passare un po’ di luce. Sulla pelle bianca, la protuberanza può sembrare rosa o bianco perla. Sulla pelle nera e scura, la protuberanza appare spesso nera o marrone lucida. Piccoli vasi sanguigni potrebbero essere evidenti, anche se potrebbe essere difficile vederli. Il nodulo può sanguinare e trasformarsi in una crosta.

Carcinoma spinocellulare

Gli strati medio ed esterno della pelle sono costituiti da cellule squamose, che sono dove tipicamente ha origine il carcinoma a cellule squamose. Anche se può essere grave, il carcinoma a cellule squamose spesso non rappresenta una minaccia pericolosa per la vita. Tuttavia, se il carcinoma a cellule squamose non viene trattato, può diventare enorme o diffondersi ad altre aree del corpo, portando a conseguenze pericolose per la vita.

I carcinomi a cellule squamose sono causati da un’esposizione prolungata alle radiazioni ultraviolette della luce solare e dei solarium. Ridurre al minimo l’esposizione alla luce UV ridurrà del tutto il rischio di sviluppare il cancro della pelle.

La chirurgia di Mohs può curare il cancro della pelle

Il cancro della pelle viene trattato con il metodo chirurgico di precisione noto come Chirurgia di Moh. Strati sottili di pelle che contengono il cancro vengono gradualmente rimossi durante una procedura di Mohs e valutati fino a quando non rimane solo il tessuto privo di cancro.

L’obiettivo della chirurgia di Mohs è quello di rimuovere la maggior quantità di cancro della pelle causando il minor danno al tessuto sano circostante. Con l’uso di un’anestesia locale, la chirurgia di Mohs viene tipicamente eseguita come procedura ambulatoriale.

La chirurgia standard (escissione locale), che comporta l’eradicazione del tumore maligno visibile e uno stretto margine di tessuto circostante buono, è migliorata dalla chirurgia di Mohs. La procedura di Mohs consente ai chirurghi di confermare che ogni cellula cancerosa è stata eliminata chirurgicamente. Ciò riduce la necessità di interventi chirurgici o trattamenti successivi e aumenta la probabilità di una cura.

Perché viene eseguita la chirurgia di Mohs?

Le neoplasie cutanee più tipiche, il carcinoma basocellulare e il carcinoma a cellule squamose, così come alcuni tipi di melanoma e altri tumori cutanei meno comuni, sono tutti trattati con la chirurgia di Mohs.

I seguenti tipi di cancro della pelle beneficiano maggiormente della chirurgia di Mohs:

  • Quelli che sono sostanziali o ostili.
  • Quelli che hanno un confine difficile da specificare.
  • Quelli che si trovano in regioni in cui il medico può salvare quanto più tessuto sano possibile, come l’area circostante i genitali, il naso, la bocca, ecc.
  • Quelli che possiedono un’elevata propensione alla recidiva o sono tornati dopo la terapia.

Quali risultati aspettarsi dopo l’intervento chirurgico di Mohs

Uno dei vantaggi dell’intervento chirurgico di Mohs è che il medico si assicurerà che tutto il cancro della pelle sia stato rimosso prima di completare la procedura e vedrai immediatamente i risultati. Il chirurgo o il medico curante possono fissare un appuntamento di follow-up con te per verificare i tuoi progressi e assicurarsi che la ferita stia guarendo in modo appropriato.